Sistema frenante: affidabilità e qualità OE con la gamma ATE

Standard qualitativi premium, programmi formativi in continuo aggiornamento, parti di componentistica di qualità OE per vetture classiche e moderne e un Network di officine specializzate in impianti frenanti.

Continental, leader nello sviluppo e nella fornitura di sistemi frenanti di primo equipaggiamento (OE) con il Brand ATE, garantisce affidabilità e qualità dei prodotti e si conferma il partner ideale per i rivenditori e officine. Nel mercato delle pastiglie freno, ATE dispone di materiali d’attrito specifici e differenti, sviluppati per rispondere alle esigenze di ogni modello di auto. La profonda esperienza di sistemista OE, posiziona ATE quale produttore dell’eccellenza anche nel canale Aftermarket consentendo di portare sul mercato prodotti d’eccellenza non solo per modelli di auto di nuova generazione ma anche per il classico. Ecco perché molte case automobilistiche ritrovano in ATE il partner ideale per il primo equipaggiamento delle proprie automobili.

ATE CLASSIC

Le auto d’epoca necessitano di attenzioni diverse dalle vetture moderne e gli interventi di manutenzione sono effettuati con particolare cura dai proprietari al fine di conservare, quanto più possibile nel tempo, le caratteristiche, estetiche e meccaniche, dei propri mezzi. “Il brand ATE, marchio del Gruppo Continental, risponde a questa esigenza con la famiglia di prodotti ATE Classic, che consente agli amanti delle auto classiche di sostituire i freni con ricambi di qualità OE” dichiara Francesco Aresi, Head of Sales IAM di Continental Automotive Trading Italia.

La gamma non comprende solo parti di ricambio per auto “leggendarie” come Alfa Romeo o Mercedes, ma è appositamente pensata per auto che superano i 20 anni di età, fornendo anche parti di ricambio spesso difficili da reperire, al fine di garantire una prestazione su strada assolutamente sicura”.

ATE è tra i principali produttori di impianti frenanti per le case automobilistiche del Mondo: da più di cento anni, infatti, sviluppa e produce sistemi frenanti introducendo continuamente importanti innovazioni sul mercato. La gamma ATE Classic fornisce ricambi per più componenti del sistema frenante, dalle parti soggette ad usura, come ad esempio dischi e pastiglie, fino ai componenti meccanici ed idraulici. Il catalogo prodotti è disponibile all’indirizzo http://partfinder.ate-classic.de/eng/start. È sufficiente inserire la misura del vecchio componente soggetto ad usura e scegliere fra le possibili parti di ricambio proposte.

Anche le officine sono supportate nella manutenzione e riparazione delle auto classiche: ATE offre, infatti, gli strumenti ideali per eseguire riparazioni ad hoc, ricambi e attrezzatura dedicati e un know-how altamente professionale attraverso un percorso di formazione dedicato.

CORSO DI FORMAZIONE ATE CLASSIC

Il trasferimento di tecnologia dal reparto di sviluppo prodotto per il primo equipaggiamento fino all’Aftermarket garantisce sempre conoscenze aggiornate sul prodotto alle officine e ai loro collaboratori. A ciò si aggiungono attrezzature, strumenti per il service, strumenti diagnostici e tester specifici per semplificare gli interventi quotidiani sull’automobile.

Presso il Training Center di Cinisello Balsamo sarà attivo, a partire da inizio 2019, un corso di formazione dedicato a officine, meccanici e addetti ai lavori, interamente dedicato alle auto storiche al fine di trasmettere agli addetti ai lavori le competenze necessarie in tema di impianti frenanti e sistemi di monitoraggio della pressione pneumatici. Durante il corso saranno analizzati i componenti del sistema frenante dei veicoli d’epoca e sarà illustrata la tecnica per la loro messa a punto, manutenzione e riparazione.

Il nuovo corso rafforza ulteriormente la nostra offerta formativa e il supporto che possiamo offrire alle officine” continua Francesco Aresi. “Forniamo infatti tutte le competenze necessarie per operare con professionalità su qualsiasi sistema frenante, a partire dalle auto d’epoca, fino ad arrivare agli impianti presenti sulle auto più moderne. Con l’occasione del lancio del CORSO DI FORMAZIONE ATE CLASSIC abbiamo aperto alla stampa e agli operatori il nostro training center, che rappresenta un punto di eccellenza nella formazione tecnica Aftermarket nel nostro paese”.

ABC – ATE BRAKE CENTER

11 nuove officine affiliate divenute partner nel 2018 della rete ABC, che oggi conta 145 unità attive su tutto il territorio nazionale; 11 sessioni di formazione con più di 80 partecipanti coinvolti. Questi i numeri raggiunti da ATE nel 2018. Un network rinnovato di officine specializzate in impianti frenanti, un progetto nato nel 2010 come ATE Freni Expert e rinominato, successivamente, ATE Brake Center. L’obiettivo del progetto è quello offrire alle officine maggiore competenza: specializzarsi nella manutenzione dei sistemi frenanti permette di acquisire nuovi clienti, con affidabilità ed esperienza. Attualmente quasi il 10% degli interventi di manutenzione e riparazione eseguiti sui veicoli riguarda l’impianto frenante.

Assistenza continuativa e consulenza mirata rappresentano, insieme alla qualità dei prodotti ATE, la chiave di volta del progetto ATE Brake Center.

Come entrare a far parte del network? Tutte le officine possono diventare un centro ATE Brake Center, rivolgendosi direttamente ad ATE (informazioni su www.ate-freni.it), al distributore di fiducia o al ricambista. Successivamente viene fissato un incontro per verificare la conformità dei requisiti necessari per aderire al network di officine certificate.

Il sistema di certificazione ABC di Continental offre alle officine tutto ciò di cui hanno bisogno per diventare specialisti nell’assistenza di impianti frenanti

Il trend di crescita del progetto ATE Brake Center e i risultati positivi conseguiti nel 2018, in termini di numeri e di consolidamento del marchio, confermano l’impegno dell’azienda nell’investire sulla formazione continua dei nostri partner. Lo stesso impegno – prosegue Aresi – lo applicheremo anche nel 2019 e si focalizzerà sull’incremento della copertura a livello nazionale del progetto, con nuove affiliazioni in programma”.