News Aftermarket

Ricambista Bosch Partner: i vantaggi e gli strumenti per aumentare il business

Tra i concept che Bosch ha sviluppato per il mondo del ricambio si sta sempre più affermando il Ricambista Bosch Partner. Il Bosch Partner può essere considerato la “bandiera” di Bosch sul territorio e gestisce localmente le officine dei network Bosch Car Service e AutoCrew. È dunque un ricambista “completo”, capace di offrire non solo una copertura ottimale delle principali famiglie di prodotto Bosch ma anche una grande varietà di servizi.

Vestire il marchio Bosch comunica ai clienti che possono aspettarsi qualità e servizio, e ciò si traduce per il Bosch Partner in vantaggi tangibili: attirare nuovi clienti, compresi i clienti commerciali e flotte multimarca, gestire la propria rete di officine BCS, distinguersi dalla concorrenza grazie ad un’immagine premium, oltre a beneficiare della reputazione che un marchio globale e riconosciuto come Bosch può dare. Diventando Partner il ricambista ha dunque la possibilità di affermarsi ulteriormente nell’ aftermarket, aumentando fatturati e profitti.

I ricambisti Bosch Partner possono essere nominati dai Concessionari – i clienti diretti di Bosch che abbracciano completamente la strategia dell’azienda – i quali possono appoggiarsi a questi ricambisti per servire anche officine fuori del loro territorio. Si tratta comunque di un accordo a tre, cioè tra Bosch, il Concessionario e il ricambista Bosch Partner.

I requisiti per diventare Bosch Partner

La nomina di Partner rappresenta generalmente un “punto d’arrivo”: solitamente vengono infatti candidati ricambisti che trattano già ampiamente i prodotti Bosch e devono aggiungere solo alcune posizioni per raggiungere il livello di assortimento previsto. Ci sono inoltre alcuni requisiti minimi che il Bosch Partner deve avere:

  • La possibilità di gestire gli ordini verso il Concessionario attraverso apposita piattaforma informatica
  • La possibilità di gestire gli ordini delle Reti attraverso apposita piattaforma informatica (raccomandato)
  • Gestire un assortimento minimo di prodotti Bosch.

Non ci sono quindi impegni d’acquisto predefiniti, bensì un requisito di assortimento: viene quindi richiesto che, a seconda delle famiglie di prodotto, ci siano un certo numero di posizioni per garantire un’adeguata copertura del circolante. L’assortimento di ricambi Bosch comprende componenti frenanti, gestione motore, sistemi sterzanti, trattamento gas di scarico, elettronica veicolo, diagnostica e attrezzature per officina, luci e visibilità, sistemi avviso acustico,

I vantaggi per il ricambista

Il ricambista Bosch Partner viene supportato a tutti i livelli dell’attività quotidiana, dalla fornitura di componenti di qualità OEM, all’allestimento delle insegne esterne, e iniziative di marketing, abbigliamento dedicato, utilizzo dell’immagine Bosch, oltre tutte le promozioni dedicate Bosch eXtra. Extra Ricambisti è il programma che esalta la fedeltà dei ricambisti con tanti premi da scegliere su un catalogo esclusivo: casa, lavoro, tempo libero, per godersi appieno le proprie passioni, basta scegliere gli oggetti preferiti e riscattare il proprio premio con i punti accumulati. Per partecipare basta iscriversi e cominciare ad accumulare punti. Tutti i ricambisti italiani, anche quelli indipendenti, possono partecipare al concorso ma per i ricambisti Partner e quelli Frenanti ci sono ulteriori benefit e iniziative.

 Nuovi strumenti per il business dei ricambisti

Vediamo ora nel dettaglio alcuni strumenti che Bosch ha sviluppato per consentire ai propri ricambisti di fare la differenza:

Bosch Talks è la community online esclusiva per Bosch Concessionari, Ricambisti Partner e Reti

di Officine Bosch. La community, attiva a livello nazionale, permette di creare un profilo personale e di utilizzare un sistema di messaggistica diretta accessibile anche tramite App. La comunicazione

dunque, passa dall’essere unidirezionale (da Bosch verso le Reti di Officine) a multidirezionale, garantendo lo scambio di informazioni, best practice e idee.

Collaborazioni con le flotte: le flotte sono un’ottima fonte di entrate affidabili e a lungo termine. Bosch aiuta il Ricambista Partner a stabilire rapporti commerciali con questo settore, supportandolo nel soddisfare i severi requisiti internazionali delle società di gestione della flotta. I processi integrati attraggono i clienti della flotta, e un Ricambista Partner può dimostrare di far parte di una rete internazionale, supportata da processi aziendali standardizzati ed efficienti. Ciò si traduce in ulteriori ordini con affidabili clienti B2B traendo vantaggio dal potere di contrattazione di Bosch per il miglioramento della redditività.

Tanti vantaggi, tra cui un articolato programma formativo 

Formazione: diventare Bosch Partner significa anche avere accesso ad un articolato programma di formazione tagliato su misura per il ricambista e sviluppato partendo proprio dalle richieste dirette degli operatori.  Gli argomenti spaziano dalla logistica all’analisi di bilancio fino alla realizzazione di efficaci campagne promozionali e all’utilizzo degli strumenti digitali. La formazione aiuta inoltre le aziende ad aumentare l’efficienza dei processi operativi, minimizzare i costi e aumentare la soddisfazione dei clienti.

C’è poi tutta la formazione dedicata alle officine. Bosch propone seminari e corsi per ogni livello di funzione, dai principianti ai professionisti di grande esperienza. Il programma di formazione offre corsi di un giorno o di più giorni. I corsi tecnici forniscono ai partecipanti una completa comprensione di tutti i sistemi dei veicoli disponibili sul mercato sia per le autovetture che per i veicoli commerciali. Oltre ai sistemi Bosch, i corsi riguardano anche sistemi realizzati da altri produttori. Il contenuto del corso è orientato molto verso l’applicazione pratica ed è stato appositamente progettato per affrontare le esigenze dell’officina. La formazione aiuta inoltre le aziende ad aumentare l’efficienza dei processi operativi, minimizzare i costi e aumentare la soddisfazione dei clienti.

a cura di a cura della redazione

production mode