News Aftermarket

Turbocompressori per l’aftermarket Continental: nuove referenze per BMW, Mini e Gruppo Volkswagen

Continental amplia la gamma di ricambi disponibili per il mercato aftermarket Automotive con i turbocompressori montati in primo equipaggiamento da numerosi modelli BMW, MINI e del Gruppo Volkswagen. “Il successo dei nostri turbocompressori adottati da Ford ci ha convinti a lanciare sul mercato del ricambio indipendente tali prodotti anche per altri marchi e modelli di vetture”, afferma Francesco Aresi, Head of Segment Aftermarket & Special Vehicles Continental Italia. “Ampliando la gamma di prodotti siamo ora in grado di fornire componenti utilizzati in origine da vetture di elevata diffusione e di renderli disponibili anche per le officine di riparazione indipendenti”. I turbocompressori aftermarket Continental vengono venduti tramite selezionati distributori specializzati.

Dalla produzione in serie all’ aftermarket indipendente

Continental mette a disposizione del settore Independent Aftermarket turbocompressori ad alta efficienza esattamente identici a quelli installati in origine dai costruttori di autovetture. Oltre quelli adottati da Ford, sono utilizzati anche dai marchi e modelli del Gruppo Volkswagen (VAG) come Audi A3, Audi Q2, Seat Ateca, Seat Leon, Skoda Octavia, Skoda Kodiaq, VW Passat e VW Tiguan, solo per citarne alcuni. Questi modelli utilizzano la sofisticata tecnologia RAAX (RAdial AXial) inlet path) turbine Continental, che aumentando l’efficienza, migliora la risposta del motore e ne riduce le emissioni.

Sono disponibili versioni per Bmw serie 1, 2, 3, 4 e X1 e per l’ibrido i8; per MINI Clubman, Convertible (Cabriolet) e Countryman. Il primo turbocompressore al mondo con alloggiamento turbina in alluminio raffreddato ad acqua prodotto su larga scala fa ora parte della gamma di parti di ricambio Continental. Questo turbocompressore pesa circa due chilogrammi in meno rispetto a un modello con alloggiamento turbina in acciaio/ghisa.

L’intero portafoglio Continental può essere consultato sul sito ufficiale www.continental-aftermarket.it. “Alla luce dei requisiti sempre più severi in materia di emissioni, del downsizing e della necessità di una migliore efficienza, sempre più OEM stanno dotando non solo i motori diesel, ma anche i motori a benzina di turbocompressori”, conclude Aresi. “In futuro, i turbocompressori giocheranno un ruolo sempre più importante. “

Le officine possono ordinare i turbocompressori, insieme agli accessori per le riparazioni dei veicoli, da distributori di turbocompressori. Continental lavorerà per aumentare il numero di specialisti che cooperano in linea con le esigenze del mercato.

production mode