News

Il nuovo magazzino automatizzato di Japanparts: il video

Il nuovo magazzino di Japanparts, frutto di un ambizioso piano strategico e inaugurato nella seconda metà del 2019, occupa attualmente una superficie totale di stoccaggio di 60.000 mq, con oltre 8 km di scaffali e 9 m di altezza media, e impiega 65 persone.

Vengono gestiti circa 150.000 articoli per 147 linee diverse di prodotto, con uno stock per i codici altorotanti (circa il 40% del totale) che arriva a 6 mesi, mentre per il resto degli articoli lo stock arriva anche ad un anno. Il nuovo magazzino dispone inoltre di un importante impianto automatico per il prelievo, dotato di 60.000 cassette miniload gestite da un sofisticato software.

L’impianto movimenta oggi circa 22.000 codici, altorotanti e di piccole dimensioni, e consente all’azienda di raggruppare più articoli in minore spazio, e un picking a zero errori. L’impianto automatico, lavorando ininterrottamente, assicura la flessibilità operativa in tempo reale, adattandosi dinamicamente in base al carico di lavoro e riuscendo a sopportare picchi di richieste particolarmente sostenuti senza ritardi per i clienti. Una maggiore velocità, l’elevata produttività e l’abbattimento degli errori garantiscono inoltre una maggiore portata come base di consegne efficienti e volumi di magazzino sensibilmente aumentati.

Parallelamente, Japanparts ha implementato il software di gestione del magazzino, velocizzando l’ingresso delle merci. Ciò ha consentito all’azienda di gestire, nel 2019, 3.000 container in ingresso, con una media picking giornaliera di 12.000 righe corrispondenti a oltre 70.000 pezzi.

Nell’arco di un paio d’anni il rinnovato magazzino automatico ospiterà anche cassette miniload più grandi delle attuali per potere gestire articoli più ingombranti, andando così ad aumentare la gamma disponibile per il prelievo rapido.

production mode