Attualità

Guida autonoma: ZF diventa un fornitore completo di sistemi navetta autonomi

ZF sta ampliando la propria gamma di prodotti per i sistemi navetta autonomi ed elettrici. Con effetto immediato, il Gruppo offre non solo i veicoli navetta stessi, ma anche tutti i servizi supplementari necessari per la progettazione, la realizzazione, l’esercizio, la manutenzione e la riparazione di sistemi autonomi per il trasporto passeggeri. ZF sta indirizzando la propria offerta alle città e agli operatori della mobilità urbana per accelerare l’espansione di questa importante scelta di mobilità. Le navette ZF possono già oggi risolvere molti gravi problemi di traffico, poiché portano le persone da A a B più velocemente e riducono il numero di autovetture, così come le emissioni legate al traffico nelle metropoli. Inoltre, le navette facilitano il collegamento delle zone rurali con i centri urbani.

Secondo l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OECD), il traffico urbano è responsabile di circa il 40% delle emissioni dannose per il clima del trasporto passeggeri globale. Tuttavia, sia il numero degli abitanti delle città sia le loro esigenze di mobilità aumenteranno in modo significativo nei prossimi decenni. Oltre all’accelerata elettrificazione del traffico urbano, sono necessari modelli intelligenti di mobilità in modo che le città possano contribuire a raggiungere i propri obiettivi climatici e offrire agli abitanti un luogo attrattivo in cui vivere.

Navette autonome ZF: una soluzione sempre più accessibile

I sistemi autonomi per il trasporto passeggeri sono una soluzione. In vista dell’ITS World Congress (11-15 ottobre ad Amburgo), ZF mostra come questa soluzione stia diventando molto più accessibile e attrattiva per i comuni: oltre ai veicoli navetta alimentati esclusivamente a batteria e a guida autonoma che il Gruppo ha nel proprio portfolio dall’acquisizione della società 2getthere nel 2019, ZF ora offre anche tutti i servizi necessari per la progettazione, l’implementazione, l’esercizio, la manutenzione e la riparazione di un sistema navetta autonomo.

Attualmente, i comuni e gli operatori della mobilità urbana hanno bisogno di molte conoscenze e risorse per creare sistemi autonomi per il trasporto passeggeri. Qui, ZF viene in supporto con la sua conoscenza del progetto e la sua rete. “La nostra soluzione è disponibile immediatamente e può fornire un contributo immediato alla riduzione delle emissioni legate al traffico locale”, spiega Torsten Gollewski, Head of Autonomous Mobility Systems at ZF.

Navette a guida autonoma: un pacchetto tutto compreso per città e passeggeri
L’offerta ZF è molto completa: il gruppo tecnologico fornisce i sistemi navetta, contribuisce a creare il layout del percorso, accompagna l’installazione e la messa in servizio dei sistemi navetta e supporta l’assistenza e, se necessario, la riparazione. ZF fornisce anche consulenza su software di gestione della flotta o soluzioni di connettività che garantiscono la connessione all’infrastruttura del traffico – quali semafori e visualizzatori di velocità – nonché la comunicazione con i passeggeri tramite app.

“L’attuale generazione di navette è progettata per funzionare in corsie strutturalmente separate. Per molte città, questa applicazione significa già un sollievo per la situazione di traffico intenso”, afferma Gollewski. “I percorsi possono essere progettati in modo tale da integrare in modo ottimale il sistema di trasporto pubblico esistente”. Anche le metropoli o le città di medie dimensioni possono migliorare significativamente il collegamento con le aree rurali vicine. Le linee ferroviarie dismesse possono essere convertite in percorsi navetta autonomi – a costi notevolmente inferiori rispetto a quelli da sostenere per costruire e attivare veicoli ferroviari elettrici.

Anche i sistemi navetta autonomi nelle corsie separate sono particolarmente interessanti per i passeggeri, poiché non comportano ritardi dovuti agli ingorghi stradali, contrariamente alla guida con i robo-taxi, che si muovono attraverso strade congestionate come normali utenti della strada. Grazie all’elevata frequenza e alla puntualità delle navette autonome, molti passeggeri raggiungono la propria destinazione in modo rapido e confortevole. Ciò riduce la densità di veicoli nei centri urbani e offre un’alternativa decisamente soddisfacente alle attuali modalità di trasporto.

Una rete potente di navette autonome

Con la prossima generazione di navette autonome, ZF può coprire ulteriori applicazioni, come il funzionamento di navette autonome in corsie appositamente designate e partecipando in modo costante al traffico cittadino totale.

Con DB Regio, ZF ha acquisito un partner che integra con navette autonome gli interessi e i piani delle aziende di trasporto municipale o delle associazioni di trasporto locali. “Con ZF, DB Regio Bus ha al suo fianco un forte partner tecnologico per rafforzare il trasporto pubblico con bus navetta elettrici, autonomi e versatili. Stiamo perseguendo un obiettivo comune: decongestionare le strade all’interno delle aree metropolitane, delle città e dei comuni e rendere il trasporto pubblico locale a emissioni zero”, afferma Frank Klingenhöfer, Member of the Board of DB Regio Bus. Ulteriori partnership, ad esempio per il leasing e il finanziamento delle flotte di veicoli, saranno annunciate a breve.

Con questa nuova offerta, ZF rafforza ulteriormente la propria posizione di leader mondiale nella tecnologia della mobilità. Ad esempio, grazie alla sua organizzazione aftermarket, attiva con oltre 10.000 officine di assistenza in 115 paesi, ZF può anche fornire manutenzione e assistenza per navette autonome praticamente in tutto il mondo. ZF si avvale anche della rete di partner di sviluppo della casa madre. L’azienda lavora anche a stretto contatto con Oxbotica. ZF detiene una quota del cinque percento nella startup high-tech inglese. Oxbotica fornisce il software per le funzioni di guida autonoma, che può essere integrato nel supercomputer ZF ProAI e funziona anche nei sistemi shuttle autonomi.

production mode