Attualità

EQUIP AUTO 2022: 78.280 operatori e quasi mille aziende presenti

Con una partecipazione di 78.280 operatori e la presenza di quasi mille aziende e marchi, tra cui il 45% di nuovi espositori, EQUIP AUTO Paris ha confermato il suo posizionamento di evento chiave per tutti gli attori del post-vendita e dei servizi collegati alla mobilità connessa. Un salone apprezzato dagli operatori, ordini firmati, convivialità e nuove prospettive... Bilancio molto positivo per l'anno 2022

EQUIP AUTO Paris, che si è svolto dal 18 al 22 ottobre 2022, ha coinvolto circa 80.000 operatori e ha raggiunto il suo ambizioso obiettivo di presenze. Malgrado la crisi geopolitica, sanitaria ed economica, nonché uno sciopero dei trasporti che avrebbero potuto suscitare timori di una presenza al di sotto delle aspettative, EQUIP AUTO Paris ha accolto istituzioni, espositori e visitatori in modo ampio ed entusiasta.

Durante 5 giorni, l’elevata qualità degli stand di circa 1.000 aziende e marchi, e le loro animazioni, una più conviviale dell’altra, hanno garantito ai visitatori professionali un’esperienza unica e proficua di scambi. Gli espositori, soddisfatti di questo successo, sottolineano anche la rilevanza e il valore aggiunto dei visitatori e confermano di aver concluso numerose vendite e contratti.

«Il feedback degli espositori è stato entusiasta. Ci confermano di aver vissuto un’edizione senza precedenti di EQUIP AUTO Paris, caratterizzata da convivialità, affluenza e business. I sorrisi che abbiamo potuto vedere, sia nelle corsie che sugli stand, ci hanno confortato ulteriormente nella convinzione di un format e di un programma incisivo, in linea con le aspettative dei professionisti”, riporta Aurélie Jouve, direttrice di EQUIP AUTO.

Gli organizzatori di EQUIP AUTO Paris sono rimasti soddisfatti anche dell’affluenza internazionale, grazie alla presenza di oltre 160 espositori internazionali provenienti da 20 paesi diversi (Corea, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Turchia, ecc.), e anche grazie all’arrivo di 40 Top Buyer provenienti da 8 paesi (Algeria, Belgio, Italia, Marocco, Paesi Bassi, Spagna, Tunisia, Turchia), gestiti dal network Promosalons e invitati nell’ambito del piano di Rilancio Francese.

«La mobilitazione di tutti gli attori della filiera automobilistica (costruttori, componentisti, distributori, federazioni ed enti di rappresentanza, poli di competitività) è stato un formidabile vettore di successo per questa edizione. Sono felice di questo successo. Notando questa collaborazione virtuosa e l’effervescenza che ha animato ininterrottamente per cinque giorni il nostro salone, mi piace pensare che EQUIP AUTO abbia trovato la sua anima”, dichiara Claude Cham, presidente della FIEV (Federazione delle Industrie di Attrezzature per Veicoli) e di EQUIP’AUTO SAS.

EQUIP AUTO Paris ha ospitato numerose personalità politiche e rappresentanti internazionali. Il Ministro Delegato al Ministero dell’Economia, delle Finanze e della Sovranità Industriale e Digitale, incaricato dell’Industria, Roland Lescure, ha inaugurato il salone.

Quest’ultimo ha poi dichiarato: “L’industria automobilistica sta affrontando cambiamenti importanti ma necessari per decarbonizzare la nostra economia. Lo Stato deve sostenere questi cambiamenti industriali e noi stiamo rispondendo con un massiccio sostegno all’innovazione e all’industrializzazione, sull’intera catena del valore dell’industria automobilistica. Oltre alle imprese, sono anche i territori che devono essere sostenuti nello sviluppo del proprio tessuto industriale, per garantire a ciascun dipendente dell’industria automobilistica prospettive occupazionali nel proprio territorio e nei settori del futuro.»

Ricevuti nei giorni successivi, il ministro del Lavoro, dell’Occupazione e dell’integrazione, Olivier Dussopt, nonché il ministro delegato presso il ministero per la Transizione ecologica e la Coesione territoriale, responsabile dei trasporti, Clément Beaune, hanno colto l’occasione per visitare la fiera e le numerose aree tematiche.

I loro scambi con gli espositori hanno permesso ai membri del Governo di apprezzare la ricchezza della fiera e di misurare l’impegno degli operatori – storici e delle new entry – nei settori della nuova mobilità e dell’innovazione automobilistica a favore della transizione ecologica.

Un pool di talenti e di problematiche industriali che hanno coinvolto anche il presidente del MEDEF, Geoffroy Roux de Bézieux, Xavier Bertrand, presidente del Consiglio regionale degli Hauts-de-France, ma anche assessori locali, rappresentanti parlamentari e ambasciatori esteri in Francia, tutti desiderosi di comprendere meglio le sfide e le aspettative del settore e l’impatto sui territori.

Verso EQUIP AUTO Lione !

Con uno sguardo rivolto al futuro, EQUIP AUTO, ha svelato il suo calendario 2023-2024-2025, e sta già preparando la sua nuovissima edizione di Lione in programma dal 28 al 30 settembre 2023, organizzata in collaborazione con il Salone dell’Automobile di Lione.

Sono molto soddisfatto di questi cinque giorni di fiera e mi congratulo con tutti i team e gli espositori per la loro implicazione. Le corsie erano sempre piene durante la settimana, le persone erano felici e molti ci hanno già confermato la loro pre-iscrizione per EQUIP AUTO Lione nel 2023. Scommessa vinta! Ora faremo tutti un bilancio insieme per migliorare ulteriormente noi stessi e concentrarci su questo prossimo passo e non vediamo l’ora di incontrarci al Quartiere Espositivo di Eurexpo con il Salone dell’Automobile di Lione”, conclude Philippe Baudin, Presidente di EQUIP AUTO