Attualità

Coronavirus , Tesla rinvia la consegna delle auto prodotte in Cina

Anche il settore automotive è investito dalle conseguenze dell'epidemia Coronavirus. Le restrizioni agli spostamenti del personale sta infatti bloccando i cicli produttivi

Il panico del coronavirus si ripercuote anche sul mondo dell’auto. La prima a pagarne le conseguenza è Tesla, che ha rinviato la consegna di svariate Model 3 prodotte in Cina nella fabbrica di Shanghai. La chiusura temporanea della fabbrica, in risposta alle richiesta delle autorità locali, ha infatti paralizzato i cicli produttivi, dal momento che il Governo ha imposto limitazioni agli spostamenti di persone con la conseguenza che la maggior parte delle aziende ha dovuto chiudere uffici e impianti almeno fino alla prossima settimana. Dopo il capodanno cinese, solo una ristretta parte del personale è dunque tornata al lavoro, scombinando la produzione. Per l’intero settore automotive le conseguenze sono pesanti, considerando anche che la zona Wuhan, la città “isolata” epicentro dell’epidemia, è tra i principali centri produttivi dell’industria dell’auto in Cina. Anche Hyundai ha annunciato di dover interrompere la produzione nei suoi stabilimenti in Corea del Sud a causa del mancato approvvigionamento di componentistica prodotta in Cina. Primi ritardi nelle consegne da parte di Tesla, ma l’effetto domino potrebbe coinvolgere anche altre Case, in attesa di un graduale ritorno alla normalità.

production mode