Attualità

Auto di cortesia: la nuova formula di SOS Automotive per i ricambisti

SOS Automotive propone ai ricambisti una nuova formula di noleggio per mettere a disposizione dei propri autoriparatori un’auto di cortesia, fornendo non solo un servizio aggiuntivo, ma anche un’alternativa alle promozioni classiche

L’auto di cortesia può diventare un’interessante opportunità anche per ricambisti e colorifici, che possono utilizzarla per offrire ai loro autoriparatori un servizio nuovo, utile e che li differenzia dalla concorrenza. Ne è convinta SOS Automotive, società nata nel 2009 che ha fatto della gestione dell’auto di cortesia un business. L’azienda – che si configura come agente diretto per le tre flotte Arval, ALD Automotive e Leasys – ha infatti intuito che l’auto di cortesia può essere una leva commerciale importante anche per chi sta alle spalle degli autoriparatori, ovvero ricambisti, distributori, consorzi, colorifici. Oltre a dare un servizio aggiuntivo, l’auto di cortesia può essere strategicamente offerta agli autoriparatori per promuovere vendite di prodotti, favorendo l’acquisizione di nuovi clienti, o per spingere il raggiungimento di budget e obiettivi con i clienti già esistenti. Come ci spiegano Emanuele Zappa, fondatore e AD di SOS Automotive (nonché titolare del Colorificio Dicar di Pomezia) e il Responsabile Marketing Luca Bergamaschi, offrire l’utilizzo di un’auto di cortesia per una settimana, un mese o per qualsiasi periodo può essere una valida alternativa allo sconto sui ricambi o alla promozione classica, sfruttando anche il maggiore valore “percepito” dell’auto di cortesia e la riconosciuta utilità di questo servizi

Servono sempre più auto di cortesia

Nel periodo di pandemia officine e carrozzerie hanno avuto sempre più necessità di auto di cortesia, visti anche i rischi di prendere mezzi pubblici o le difficoltà di spostamento dovute alle restrizioni. Se è vero che molte attività riparative hanno già delle proprie vetture di cortesia, è anche vero che un’auto in più al momento del bisogno – e nell’ultimo periodo ce ne è stato molto – fa certamente comodo. Ed è qui che entra in gioco il ricambista/colorificio, che può rispondere a questa esigenza mettendo facilmente a disposizione dei suoi clienti riparatori questa vettura aggiuntiva. Il tutto in modo semplice, appoggiandosi a SOS Automotive e senza bisogno della licenza di noleggio. Il ricambista può infatti contrattualizzare una o più vetture tramite SOS Automotive, e attraverso un gestionale web gratuito – accessibile con username e password – può in ogni momento ‘sganciare’ la targa dalla propria ragione sociale e ‘agganciarla’ per il periodo desiderato a quella dell’officina/carrozzeria che ne beneficia, che diventa in automatico un nuovo convenzionato di SOS Automotive e dunque il nuovo utilizzatore della vettura. Il ricambista potrà quindi mettere a disposizione l’auto di cortesia al cliente ma senza avere alcuna responsabilità nel periodo in cui l’officina/carrozzeria dispone della vettura.

I vantaggi per il ricambista

Oltre a offrire un servizio aggiuntivo, ricambisti e colorifici possono trarre ulteriori vantaggi da questa comoda formula di noleggio della vettura di cortesia. Emanuele Zappa ci fa alcuni esempi concreti: “Si può usare l’auto di cortesia per attrarre nuovi clienti e far provare nuovi prodotti, associando ad esempio alla vendita di un prodotto particolare o di un determinato kit di prodotti un voucher per l’utilizzo settimanale gratuito dell’auto di cortesia. Ovviamente si dovrà puntare su un prodotto interessante che avrà ottime possibilità di essere riordinato. Il discorso può valere per il raggiungimento di un obiettivo mensile o annuale, offrendo al posto di uno sconto l’utilizzo gratuito della vettura: in tal modo si potranno fidelizzare i clienti esistenti, sapendo che il valore ‘percepito’ dell’auto di cortesia è alto o comunque superiore al costo reale sostenuto dal ricambista”. Il ricambista può anche diventare un ‘segnalatore’, promuovendo le vetture di cortesia agli autoriparatori insieme a SOS Automotive. Al ricambista viene riconosciuta una provvigione a crescere, in base ai contratti sottoscritti. Ma anche in questo caso il vero vantaggio per il ricambista – ma anche per il distributore, il Gruppo o il consorzio che volesse collaborare al progetto – può essere quello di partecipare in parte o totalmente al costo del canone, dando quindi un segnale di forte supporto al cliente. Anche questa modalità può quindi essere utilizzata come efficace leva commerciale: a fronte di un contributo al noleggio, il ricambista può infatti proporre determinati budget od obiettivi da raggiungere.

Una rodata organizzazione alle spalle

I ricambisti interessati a queste opportunità legate all’auto di cortesia possono fare pieno affidamento su SOS Automotive, che si occuperà praticamente di tutto, sia sul versante contrattuale/amministrativo sia su quello informativo e promozionale. “Nei prossimi mesi abbiamo in programma meeting con consorzi, associazioni ma anche produttori di ricambi, importatori, case di vernici per spiegare le opportunità di questa iniziativa, prima fra tutte la possibilità di rafforzare i rapporti con officine e carrozzerie. A livello operativo pensiamo a tutto noi, abbiamo già predisposto tutto il materiale informativo: brochure, flyer, voucher, una guida esplicativa sui vantaggi di noleggiare una vettura di cortesia, un focus sul fermo tecnico, una raccolta di testimonianze degli autoriparatori che hanno aderito al nostro servizio, oltre alle lettere di presentazione con i loghi dei ricambisti/colorifici che collaboreranno con noi e altro materiale – afferma Zappa – Il progetto è già partito con diversi colorifici a cui abbiamo fornito il materiale per promuovere la partnership, e siamo ora impegnati a coinvolgere anche i ricambisti”. “Per noi è importante collaborare con chi vive in maniera quotidiana il rapporto con le officine e le carrozzerie, cioè ricambisti e colorifici, visto che una loro segnalazione rende poi più facile e fluido il nostro contatto con l’autoriparatore”, precisa Luca Bergamaschi, Responsabile Marketing. SOS Automotive mette inoltre in campo tutta la sua esperienza in materia di auto di cortesia, maturata in 12 anni di operatività. L’organizzazione è dunque rodata e pronta a supportare ricambisti e riparatori. Sono al momento 7 gli agenti sul territorio di SOS Automotive, coordinati dal Direttore Commerciale, ma l’azienda ha intenzione di potenziare ulteriormente la forza vendita inserendo nuovi agenti, in particolare nel Centro-Nord. Recentemente è stato anche avviato un progetto sull’elettrico: con un piccolo contributo viene data in comodato ad officine e carrozzerie – ma anche a ricambisti e colorifici – una colonnina di ricarica a fronte della contrattualizzazione di una vettura elettrica.

production mode