News Aftermarket

Mercato dell’auto europeo dimezzato a maggio

In forte calo il mercato auto nell’Area UE allargata ad Efta e Regno Unito: -57% a maggio e -43% nei primi cinque mesi. Nei primi cinque mesi dell’anno il mercato ha subìto una perdita di quasi 3 milioni di auto, con effetti pesanti su industria e terziario

I Paesi dell’Unione europea allargata all’EFTA e al Regno Unito (dal 2020 conteggiato al di fuori dell’UE)registrano 623.812 nuove immatricolazioni a maggio 2020, in diminuzione del 57% rispetto a maggio 2019, dopo le già pesanti flessioni del 51,8% di marzo e del 78% di aprile, secondo i dati diffusi da ACEA. Il forte calo è avvenuto nonostante la riapertura dei concessionari in molti Paesi o, come nel caso del Regno Unito, la possibilità di effettuare vendite on line.

Le nuove registrazioni contano 515.851 autovetture in UE14 (-52%), 65.310 in UE12 (-53%), 22.404 nei paesi EFTA (-48%) e 20.247 nel Regno Unito (-89%). Le immatricolazioni del Gruppo FCA, in linea con il mercato UE, si riducono nel mese del 57% e valgono il 7% del mercato europeo, al quarto posto, stessa quota rispetto a maggio 2019. Nel mese i cinque major markets europei (Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna) pesano per il 67% del mercato auto complessivo e registrano una diminuzione delle immatricolazioni del 59,5%, mentre la loro quota a maggio 2019 era del 72%.

Nel periodo gennaio-maggio 2020, il mercato, con 3.969.714 immatricolazioni, risulta in calo del 43% rispetto allo stesso periodo del 2019. Nei major market il mercato cala più della media europea, -46%. Anche le vendite del Gruppo FCA risultano in flessione più della media del mercato, -50%, con una quota di mercato del 5,7%, all’ottavo posto nella classifica del mercato dell’UE allargata a Efta e Regno Unito. Il mercato dell’UE14+Efta+UK risulta in calo, nei cinque mesi, del 43,5%, mentre l’UE12 registra un calo inferiore, -35%.

I 5 mercati principali

In Germania, a maggio, le immatricolazioni di auto nuove sono diminuite del 50% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In Francia il mercato dell’auto registra a maggio un calo del 50% con 96.310 nuove immatricolazioni, mentre, nei primi cinque mesi del 2020, il mercato è in flessione del 48,5% con 481.986 nuove registrazioni. In Spagna il mercato ha totalizzato a maggio 34.337 nuove registrazioni (-73%) e nei primi 5 mesi dell’annosono state immatricolate 257.202 nuove autovetture (-54%). Il mercato auto del Regno Unito registra una flessione delle immatricolazioni dell’89% a maggio 2020, con 20.247 unità. Nei primi cinque mesi del 2020 le immatricolazioni sono state 508.125, in flessione del 51%. In Italia, con la fine del lockdown, sono ripartite lentamente attività produttive, commerciali e servizi. A maggio sono state immatricolate 99.711 nuove autovetture, il 49,6% in meno di un anno fa.

Pesante calo per tutti i Costruttori

Immatricolazioni in forte calo a maggio per tutti i Costruttori:

– 52% in meno per Volkswagen Group (145.195);

– 56% in meno per PSA Group (91.146);

– 52% in meno per Renault Group (69.230);

– 48% in meno per Hyundai Group (39.791);

– 50% in meno per BMW Group (35.812);

– 55% in meno per FCA Group (42.982);

– 50% in meno per Daimler (35.837);

– 50% in meno per Toyota Group (31.318).

production mode